Bilinguismo, molte versioni fantasiose, Ecco l’intesa proposta a Bolzano

Posted on in Politica e lingue 6 vedi

«Troppe ricostruzioni fantasiose e inesatte, da parte di quanti sono intervenuti nella querelle, riguardo alla decisioni del governo sulla toponomastica in Alto Adige». Con questa motivazione il ministro alle Regioni, Raffaele Fitto ieri ha deciso di divulgare la versione integrale dell’intesa rifiutata dal Landeshauptmann Luis Durnwalder. «Il governo ha tenuto in questi mesi un comportamento corretto, che individuasse una soluzione ragionevole ad uno stato di fatto che viola platealmente lo Statuto in tema di bilinguismo – spiega Fitto nella nota diffusa dal dipartimento per gli affari regionali – con questo stesso spirito costruttivo intendiamo continuare a lavorare nei 60 giorni che ci separano dalla scadenza del termine posto dal consiglio dei ministri per la ricerca di una soluzione. Dalla lettura del testo – prosegue il ministro Fittto – ognuno potrà comprendere la pretestuosità di certe posizioni e la loro insostenibilità». Il documento Articolo 1 (Finalità e obiettivi) – II protocollo intende favorire, nel rispetto dei valori costituzionalmente e statutariamente tutelati, la tempestiva e efficace attuazione del principio del bilinguismo in materia di cartellonistica apposta sui sentieri di montagna. Articolo 2 (Attuazione) – Le parti si avvalgono delle proprie strutture organizzative per l’attuazione del protocollo e per l’attività di verifica periodica dell’andamento dell’iniziativa. Il ministro si avvale, in particolare, del commissario del governo per la Provincia di Bolzano.

Artìcolo 3 – (Cartellonistica esistente) La Provincia autonoma di Bolzano si impegna a far rimuovere i cartelli monolingue già apposti ed attualmente esistenti lungo i sentieri di montagna del territorio provinciale e a sostituirli con altrettanti cartelli riportanti indicazioni bilingue, o trilingue ove previsto, secondo i modi e i tempi di seguito previsti: a) a partire dal 1° agosto 2010 sarà sostituita, con priorità per quelli deteriorati e vetusti, una percentuale del 90% dei circa 36.000 cartelli già installati. Tale programma sarà eseguito mediante la sostituzione annuale del 45 per cento dei circa 36.000 cartelli di cui sopra, da completare entro e non oltre la stagione alpinistica 2012, ossia 30 settembre 2012. b) La restante parte dei cartelli attualmente esistenti sarà sostituita, tenuto conto del loro deterioramento, della loro vetustà e della loro ubicazione in zone impervie, entro e non oltre la stagione alpinistica 2013, ossia 30 settembre 2013. Articolo 4 (Nuova cartellonistica) – La Provincia autonoma di Bolzano si impegna a far installare con l’indicazione bilingue, o trilingue ove previsto, tutti i restanti cartelli, a partire dai circa 37.000 non ancora apposti, di cui alla convenzione 8 novembre 2004 indicata in premessa, entro e non oltre il biennio 1° agosto 2010-31 luglio 2012.

Il numero dei nuovi cartelli da installare annualmente non deve essere inferiore al metà del totale. Articolo 5 (Indicazioni bilingue da riportare sui cartelli) – I cartelli da apporre secondo le modalità descritte agli articoli 2, 3 e 4 devono riportare la forma bilingue (o trilingue laddove prevista) secondo la normativa vigente in materia, seguendo i criteri di seguito indicati: a) l’indicazione bilingue riguarda tutti i toponimi e le informazioni generali nonché i nomi e i termini traducibili in lingua italiana; b) mantengono, invece, la loro dizione originaria in lingua tedesca i nomi storici per i quali non è possibile una traduzione corrispondente in lingua italiana o ladina, ferma restando la traduzione dei termini aggiuntivi come ad esempio «malga», «lago», «montagna», «fiume». Le parti si impegnano a verifìcare entro e non oltre il 31 ottobre 2010 eventuali casi dubbi che saranno individuati a cura delle parti medesime circa l’effettiva traducibilità in lingua italiana dei toponimi e delle dizioni riportati sulla segnaletica già apposta.

Le parti si impegnano a verificare entro e non oltre il 31 dicembre 2010 l’effettiva traducibilitàin lingua italiana dei toponimi e delle dizioni della segnaletica non ancora apposta. Articolo 6 (Risorse finanziarie) – L’attuazione del protocollo, e in particolare la verifica, la rimozione e la sostituzione dei cartelli, resta a carico della Provincia che provvederà con proprie risorse finanziarie. Articolo 7 (Collaborazione e vigilanza) – Le parti, ciascuna per quanto di rispettiva competenza, si impegnano a collaborare per il raggiungimento degli obiettivi del protocollo e per l’attuazione delle attività da esso previste; a tal fine il 30 aprile e il 30 ottobre di ciascun anno sarà verificata la completa attuazione della presente intesa pena, in caso di mancata o parziale realizzazione della stessa, la sua immediata risoluzione unilaterale. Corriere dell’Alto Adige

http://www.ultimenotizie.tv/notizie-pol … lzano.html




0 Commenti

Ancora non ci sono commenti
Lasciane uno tu per primo!
You need or account to post comment.