Bilinguismo veneto, costituzionalisti: «legge impugnabile».

Posted on in Politica e lingue 33 vedi

Bilinguismo, costituzionalisti: «legge impugnabile».

Dopo l’approvazione da parte del consiglio regionale della legge sul bilinguismo è polemica fra i costituzionalisti. «Non capisco come una Regione possa dichiararsi minoranza linguistica, mai vista una norma del genere, non ho memoria di precedenti — dichiara l’ex presidente della Consulta Valerio Onida al Corriere del Veneto in un articolo di Michela Nicolussi Moro a pagina 2 – . Mi sembra un caso singolare che i veneti, parte consistente della popolazione italiana dal 1866, si dichiarino minoranza: rispetto a quale maggioranza? Al popolo italiano? Allora tutte le Regioni possono dichiararsi tali, se la loro rivendicazione si basa su specificità locali. Io credo invece che la giusta rivendicazione per le Regioni ordinarie sia l’autonomia finanziaria, una battaglia sacrosanta visto che il federalismo fiscale non è mai stato attuato». «Lo Stato può comunque procedere con l’impugnazione, ne ha il diritto e il dovere entro i 60 giorni di legge, se ravvisa profili di incostituzionalità», continua il costituzionalista.
«Io sono contrario ai localismi, ma da giurista dico che se la norma approvata a Palazzo Ferro Fini è una sorta di consultazione per vedere cosa pensano i veneti dell’ipotesi di modificare lo statuto regionale per tutelare il dialetto, il problema è aperto. Si può proteggere la lingua di una regione come idioma particolare — precisa invece il presidente emerito Gustavo Zagrebelsky (in foto) — purché però non diventi un attentato all’italiano (…) La lingua italiana è un pezzo importante dell’unità nazionale». La legge sul bilinguismo è invece «un autentico azzardo istituzionale» per il professor Sandro De Nardi, docente di Diritto pubblico all’Università di Padova: «temo che in questo modo la nostra regione perda autorevolezza e affidabilità agli occhi delle istituzioni della Repubblica».
(Da vvox.it, 8/12/2016).

{donate}

 




0 Commenti

Ancora non ci sono commenti
Lasciane uno tu per primo!
You need or account to post comment.