Belgio: funerali in cinque lingue per la regina Fabiola.

Posted on in Politica e lingue 28 vedi

Belgio: funerali in cinque lingue per la regina Fabiola.

Si sono tenuti questa mattina a Bruxelles i funerali, non troppo solenni ma sicuramente meno riservati di quanto lei stessa avrebbe voluto, di Fabiola, che fu regina dei belgi per 33 anni, fino alla morte del marito, l’amato re Baldovino, nel 1993. “La regina che ha ucciso il protocollo”, come recitava il titolo di un articolo a lei dedicato da un settimanale nel 1961, a causa della scandalosa decisione di dare del tu al marito/re in pubblico, aveva infatti chiesto che la cerimonia funebre fosse “sobria e semplice”. Non è stato possibile esaudire completamente il suo auspicio e, in una mattinata piovosa e con forti raffiche di vento da sud, un corteo guidato dalla famiglia reale al gran completo, al seguito di un carro funebre circondato dai cavalieri della guardia reale, ha percorso le poche centinaia di metri che separano il Palazzo reale, dove Fabiola ha ricevuto nei giorni scorsi il commosso omaggio degli ex sudditi, e la Cattedrale dei santi Michele e Gudula, dove esattamente 54 anni fa si era celebrato il matrimonio con il re Baldovino. Durante la cerimonia, l’erede al trono principessa Elisabetta, 13 anni, figlia del re Filippo e pronipote di Fabiola, ha preso la parola in francese e suo fratello Gabriele, 11 anni, in olandese, mentre il principe ereditario del Lussemburgo, Guglielmo, un altro pronipote dell’ex regina, ha parlato in tedesco, la terza lingua nazionale. Altri nipoti hanno parlato in inglese e spagnolo. Fervente cattolica come il marito, che nel 1990 abdicò per un giorno per non dover firmare la legge che regola da allora l’aborto nel regno, la spagnola Fabiola aveva chiesto che la sua bara fosse semplice e posata direttamente a terra. Durante la cerimonia, secondo i desideri dell’ex sovrana, e’ stato lasciato molto spazio alla musica classica e il baritono belga Jose’ Van Dam, barone dal 1998 e grande amico della defunta, ha cantato arie di Bach e un estratto dell’opera musicale firmata in francese da Jacques Brel, “L’homme de la Mancha”. La cattedrale era affollata di circa un migliaio di persone, non solo autorità ma anche semplici cittadini che si erano registrati in anticipo. Alla seconda cerimonia, nella parrocchia di Laeken, la zona a Nord di Bruxelles che ospita il palazzo dove viveva Fabiola, il Palazzo e le serre reali, parteciperanno tutti coloro che lavorano al Palazzo reale e anche i parrocchiani prima che Fabiola venga inumata nella sottostante cripta reale accanto al marito. Fra i rappresentanti di famiglie reali, hanno reso omaggio alla regina il granduca di Lussemburgo Enrico e suo padre Giovanni, l’ex re di Spagna Juan Carlos con la regina Sofia, l’ex regina dei Paesi Bassi Beatrice, il re e la regina di Norvegia Harald e Sonia, il re Carlo Gustavo e la regina Silvia di Svezia, la regina Margherita di Danimarca, il principe Moulay Rachid del Marocco, l’imperatrice giapponese Michiko e la principessa tailandese Sirindhorn, entrambe definite da Palazzo reale “amiche” di Fabiola. E’ stato invece notato che nessun rappresentante di Buckingam palace ha partecipato al funerale, ma solo l’ambasciatore in Belgio del Regno Unito.
(Fonte agi.it, 12/12/2014).




0 Commenti

Ancora non ci sono commenti
Lasciane uno tu per primo!
You need or account to post comment.