Bartolini e Cecchi al tavolo di lavoro sulla lingua italiana

Posted on in Politica e lingue 21 vedi

BOLOGNA – La presidente della Consulta degli emiliano-romagnoli nel mondo, Silvia Bartolini, rappresenterà insieme al vicepresidente dei toscani nel mondo Nicola Cecchi, le Consulte emigrazione di tutte le Regioni italiane nel tavolo di lavoro che preparerà il seminario di Governo, Regioni e Cgie sull’insegnamento e la diffusione della lingua italiana all’estero.
È quanto emerso dalla riunione dell’Ufficio di Presidenza del Cgie, svoltasi a Roma il 18 e 19 settembre scorsi, presso la sede del Ministero degli Affari Esteri, a Roma.
In questo incontro per la prima volta le Regioni, attraverso il coinvolgimento diretto delle Consulte regionali e dei Consigli degli Italiani nel Mondo, hanno stabilito una condivisione dei percorsi da intraprendere per ripensare insieme le politiche del Governo in materia di rappresentanza, assistenza e diffusione della lingua e cultura italiana nel mondo.
A rappresentare le Regioni che da tempo hanno avviato una fase attiva di impegno, oltre a Silvia Bartolini, coordinatrice del comitato interregionale, vi sono il vicepresidente dei lucani nel mondo e consigliere regionale Luigi Scaglione, il vicepresidente vicario dell’Assemblea toscani nel mondo Nicola Cecchi e i dirigenti dei dipartimenti per l’emigrazione, Bruna Zuccolin della Regione Friuli Venezia Giulia e Antonella La Rosa della Regione Sicilia. Per il Governo ha partecipato il sottosegretario Staffan De Mistura oltre ai direttori generali della Farnesina.
Nei due giorni di lavoro a Roma sono state analizzate le politiche rivolte agli italiani all’estero, che hanno subito drastici tagli in particolare per quanto riguarda i corsi di lingua italiana. Ciò comporta, al di là della speranza di nuovi fondi, un’innovazione di sistema e una metodologia diversa dall’attuale, ormai datata. È stato pertanto deciso di tenere due seminari di approfondimento tra Governo Regioni e Cgie: il primo sulla rappresentanza democratica degli italiani nel mondo e l’altro per cercare una migliore modalità di diffusione dell’insegnamento della lingua italiana all’estero.
Le Regioni, come evidenziato negli interventi delle rappresentanze e nel consuntivo fatto dalla presidente Bartolini, hanno espresso soddisfazione per l’accoglimento da parte del Governo delle proposte da esse avanzate da tempo.
Per la preparazione dei due seminari sono stati costituiti altrettanti tavoli di lavoro ai quali siederanno anche i rappresentanti delle Regioni: nella commissione di lavoro sulla diffusione della lingua italiana all’estero, faranno parte per le Consulte regionali, Silvia Bartolini (Emilia-Romagna) e Nicola Cecchi (Toscana), mentre per quella sulla rappresentanza, Luigi Scaglione (Basilicata) e Bruna Zuccolin (Friuli Venezia Giulia).

(da http://www.voce.com, 28/09/2012)




0 Commenti

Ancora non ci sono commenti
Lasciane uno tu per primo!
You need or account to post comment.