Barbara Spinelli: No inglesizzazione. Sì compensazioni per la discriminazione linguistica UE.

Posted on in L'ERA comunica 29 vedi

Barbara Spinelli: No inglesizzazione. Sì compensazioni per la discriminazione linguistica UE.

Barbara Spinelli, capolista del Collegio Centro e Isole, intervistata da Monia Chimienti, a commento del satyagraha di Giorgio Pagano per salvare la lingua e la cultura italiana, ha dichiarato che anche lei è contraria all’inglesizzazione, perché  “si ritorna al vecchio equilibrio delle Potenze che esisteva in Europa fino ai primi del Novecento che era un rapporto fra potenze più o meno forti per l’egemonia sul continente. Stiamo ricadendo esattamente nello stesso modello. Cioè  con gli stati più forti che dominano sui più deboli e quindi in qualche modo è una forma di colonizzazione.”

Relativamente l’idea di far richiedere all’Europa compensazioni, economiche e amministrative, per la discriminazioni linguistiche, si è dichiarata d’accordo: ”Ma ha ragione Pagano. E’ vero. Poi d’altro lato, proprio personalmente mi sono accorta di questa discriminazione perché tutti gli eventi a cui ha partecipato Alexis Tsipras, che è il leader della sinistra greca, si sono ogni volta resi difficilissimi per la semplice ragione che lui ha intenzione, vuole esprimersi nella sua lingua e non si riesce mai a trovare, non viene mai offerto il traduttore simultaneo.”

 




0 Commenti

Ancora non ci sono commenti
Lasciane uno tu per primo!
You need or account to post comment.