Aule smontabili e robot: a Firenze arriva Didacta, la prima fiera della scuola del futuro.

Posted on in Politica e lingue 33 vedi

Aule smontabili e robot: a Firenze arriva Didacta, la prima fiera della scuola del futuro.

di Valeria Strombi.

Dal coding (programmazione informatica ndr) alla robotica, dalle aule “smontabili” alla scuola senza zaino. Poi i proiettori “intelligenti”, le stampanti 3D, i telescopi e i droni. A Firenze arriva Didacta, la prima grande fiera che il nostro Paese dedica alla scuola e ai nuovi modi di trasmettere il sapere. Presa in prestito dalla Germania, dove si tiene da 50 anni, Didacta sbarca alla Fortezza Da Basso il 27, 28 e 29 settembre con 90 workshop ( pensati per presidi e insegnanti ma rivolti anche a imprenditori del settore o semplici curiosi. Sono già 4mila i docenti iscritti e 150 gli espositori pronti a presentare le ultime frontiere in fatto di arredi scolastici, libri e tecnologie.
Ci sarà il corso per imparare a usare il registro elettronico, quello per cimentarsi nella flipped classroom (la classe capovolta in cui ruoli e tempi di apprendimento sono ribaltati) e quello per capire come riorganizzare il calendario scolastico immaginando lezioni in giardino o viaggi in mondi virtuali. Gli insegnanti impareranno come trasformare una noiosa lezione di grammatica in un laboratorio per investigare i segreti della lingua e il jazzista Paolo Fresu mostrerà ai docenti come far avvicinare i bambini alla musica fin dai primi anni di vita. Didacta, organizzata da Firenze Fiera in collaborazione con Regione Toscana, Comune di Firenze e Camera di Commercio e patrocinata dal Miur, sarà anche l’occasione per fare il punto sul livello di digitalizzazione delle scuole toscane: “Il governatore Enrico Rossi firmerà con la ministra dell’Istruzione Valeria Fedeli il protocollo per avviare il piano regionale scuola digitale – annuncia l’assessora toscana all’educazione, Cristina Grieco – interventi economici e operativi che vanno dalla copertura wi-fi negli istituti che ancora non ce l’hanno alla diffusione di strumenti all’avanguardia”.
Partner scientifico della manifestazione è Indire (Istituto nazionale di documentazione, innovazione e ricerca educativa), mentre l’Università telematica Iul è partner tecnico e prevede una serie di percorsi che consentiranno agli insegnanti di “spendere” in formazione la carta del docente da 500 euro. Tra le offerte Iul il corso per diventare “animatori digitali”, vale a dire insegnanti impegnati a rendere le proprie scuole sempre più 2.0. A Didacta in primo piano anche le aziende: “Creeremo nuove connessioni tra mondo dell’educazione e del lavoro – è l’augurio di Leonardo Bassilichi, presidente di Firenze Fiera – solo così le imprese potranno trovare le competenze che cercano e i giovani costruirsi opportunità professionali”. La fiera, dedicata a Don Milani, è stata presentata ieri a Roma dalla ministra Fedeli e dal sindaco di Firenze, Dario Nardella: “La nostra città si candida a diventare la capitale italiana della scuola e speriamo che questo diventi un appuntamento fisso”. Oltre agli eventi in Fortezza, Didacta invaderà le strade di Firenze con concerti, spettacoli e laboratori tra Palazzo Vecchio, le Murate e Sant’Apollonia.
(Da firenze.repubblica.it, 21/9/2017).

{donate}




0 Commenti

Ancora non ci sono commenti
Lasciane uno tu per primo!
You need or account to post comment.