Atenei, ecco le pagelle del ministero: Università di Torino dodicesima, Politecnico ventiduesimo.

Posted on in Politica e lingue 28 vedi

Atenei, ecco le pagelle del ministero: Università di Torino dodicesima, Politecnico ventiduesimo.

L’Anvur pubblica la valutazione sulla ricerca fatta tra 2011 e 2014, tra i “Poli” quello torinese batte Milano.

di Stefano Parola e Jacopo Ricca.

L’Università di Torino è al dodicesimo posto della classifica nazionale, l’Università del Piemonte orientale è quindicesima e il Politecnico è al ventiduesimo. Così dice la graduatoria pubblicata dall’Anvur, l’agenzia nazionale che su incarico del ministero dell’Università valuta la qualità della ricerca.

I giudizi riguardano 118mila lavori di 60mila tra docenti e ricercatori giudicati in 8 mesi dagli esperti dell’ente e riferiti alle ricerche realizzate tra il 2011 e il 2014 e ha poi stilato una sorta di classifica del livello medio di eccellenza da cui le realtà piemontesi escono piuttosto bene. Colpisce il fatto che, tra i tre, il Politecnico sia in posizione più arretrata. Ma un motivo c’è, come spiega il rettore Marco Gilli: “Questo tipo di ranking premia soprattutto le università generaliste, attive su più ambiti di ricerca”. In ogni caso, sottolinea il “magnifico” del Poli, “nella scorsa rilevazione eravamo al venticinquesimo posto, dunque abbiamo recuperato tre posizioni e se guardiamo ai soli Politecnici siamo passati davanti a quello di Milano, che ci era davanti e che ora invece è venticinquesimo”. Per questo sarà importante leggere le graduatorie stilate sulla base dei singoli dipartimenti, che verranno pubblicate dall’Anvur nei prossimi giorni.

Molto soddisfatto del risultato Gianmaria Ajani, il rettore dell’Università: “Siamo tra i pochissimi atenei del Nord che confermano le precedenti valutazioni – esulta – Ora dobbiamo vedere come questo giudizio molto positivo per la nostra ricerca si tradurrà nella quota di finanziamento ministeriale che sarà basata sulla Vqr”. La risposta dovrebbe arrivare già nei prossimi giorni: “Aspettavamo di sapere questi risultati per decidere la ripartizione. Ci sarà sicuramente un vantaggio” aggiunge Ajani.

Se Torino è soddisfatta il resto del Nord non può dire altrettanto: “Ci confermiamo solo noi e Trieste, mentre c’è una grossa ripresa degli atenei del Centro e del

Sud che nella vecchia valutazione erano stati penalizzati” fa notare il rettore dell’Università di Torino. A suo parere il risultato è frutto delle scelte fatte negli ultimi anni: “Il successo è merito del lavoro che abbiamo fatto sulla selezione dei prodotti della ricerca avviato di pari passo con l’accreditamento Anvur. Abbiamo chiesto ai dipartimenti che si impegnassero nella scelta delle loro ricerche migliori e questo ha pagato”.
(Da torino.repubblica.it, 19/12/2016).

{donate}

 




0 Commenti

Ancora non ci sono commenti
Lasciane uno tu per primo!
You need or account to post comment.