Angela Merkel ospite a Roma: "l’Europa esiste solo se si agisce insieme"

Posted on in Politica e lingue 3 vedi

Tra gli argomenti in agenda istituzioni europee, rapporti bilaterali e politica estera
Roma 20 Mar.- Istituzioni europee, rapporti bilaterali tra Germania e Italia, energie rinnovabili e politica estera. Sono stati questi gli argomenti affrontati durante il faccia a faccia avvenuto ieri a Palazzo Chigi tra il presidente del consiglio Romano Prodi e il cancelliere tedesco Angela Merkel, in visita nella capitale in occasione del cinquantenario dei Trattati di Roma. Un incontro cordiale, come ha sottolineato Romano Prodi, in cui sono affiorate le affinità di vedute tra i due governi, su tutti gli aspetti affrontati.


Il premier ha voluto elogiare lo sforzo che sta compiendo la Germania durante il suo semestre di presidenza europea per rilanciare la nascita di una Costituzione comune, dopo la brusca frenata seguita al fallimento del referendum a favore della costituzione in Francia e Olanda, nel 2005. “Il nostro obiettivo – ha dichiarato Prodi – è di arrivare all’importante appuntamento delle elezioni del 2009 con le nuove istituzioni rafforzate”. Per quanto riguarda i problemi comuni ai due paesi, è emersa la necessità di lavorare insieme soprattutto nel campo delle energie rinnovabili. Italia e Germania sono infatti tra i più grandi importatori al mondo di energia, ecco perché è necessaria secondo il presidente del consiglio “una nuova politica di energie rinnovabili, di reti comuni e di ricerche comuni”. Anche a livello internazionale le posizioni dei due governi sono molto vicine.

Entrambi hanno infatti manifestato la necessità di un approccio multilaterale ai grandi problemi di politica internazionale, su tutti quello della proliferazione nucleare dell’Iran. “L’Europa esiste solo se si agisce insieme”, ha sottolineato Angela Merkel. Il cancelliere ha poi manifestato tutto il suo appoggio alla conferenza sull’Afghanistan proposta da Massimo d’Alema, ma ha poi raggirato l’argomento di un eventuale coinvolgimento dei talebani, come proposto da Piero Fassino. La Merkel ha rilanciato la necessità del multilateralismo anche in ambito Nato, per quanto riguarda il progetto di installazione di uno scudo antimissile in Repubblica Ceca da parte degli Usa, che ha provocato in questi giorni una forte frattura tra Berlino e i governi polacco e ceco.

La visita ufficiale della Merkel è iniziata ieri pomeriggio dalla sala degli Orazi e dei Curiazi, nei musei capitolini, proprio dove cinquant’anni fa vennero firmati i trattati costitutivi della CEE. Ad accogliere la Merkel sono stati il sindaco di Roma Walter Veltroni e il presidente del consiglio Romano Prodi, con i quali la leader tedesca si è soffermata ad ammirare la teca che custodisce il libro contenente il testo originale dei Trattati. “Desideravo particolarmente venire a Roma – ha dichiarato la Merkel – in occasione del cinquantenario. Mi sono particolarmente emozionata nel venire qui, questo è il modo migliore per percepire lo spirito delle radici dell’UE e per manifestarne la fierezza di farne davvero parte oggi”.

Il fatto che le celebrazioni ufficiali del cinquantenario dell’Unione Europea si svolgano a Berlino, e non a Roma ha avuto il pieno consenso del presidente del consiglio, secondo cui è “giusto aderire ad una amichevole e diretta richiesta del governo tedesco, proprio perché l’Europa è fatta di aiuti e di una immediata comprensione reciproca. Sono particolarmente felice – ha continuato Prodi – che si festeggi a Berlino, che prima era l’esempio dell’Europa divisa, mentre ora è l’esempio dell’Europa unita”.

Andrea Venturini

[addsig]




0 Commenti

Ancora non ci sono commenti
Lasciane uno tu per primo!
You need or account to post comment.