Anche l’Italia cede al brevetto unico europeo trilingue (inglese, francese, tedesco).

Posted on in Politica e lingue 6 vedi

La Lente.

Arriva il brevetto europeo per 26 Stati.

di Francesca Basso.

Anche la proprietà intellettuale ha un costo e la competitività si gioca pure su questo. Così, archiviate (in parte) le polemiche, ieri l’annuncio ufficiale: l’Italia ha aderito al brevetto Ue. Che Roma avesse deciso di sotterrare l’ascia di guerra lo si sapeva da giugno ma era necessaria l’adozione da parte del collegio dei commissari. Ora l’Italia è il 26esimo Paese entrato nella cooperazione rafforzata sul brevetto unitario. Dei big resta fuori solo la Spagna. Bruxelles parla di «grande svolta», del resto siamo il quarto più grande mercato nella Ue in termini di convalida di brevetti. E anche se le lingue previste sono solo inglese, francese e tedesco, il vantaggio resta alto: una singola procedura per registrate il brevetto in tutti i 26 Paesi.
(Dal Corriere della Sera, 1/10/2015).

{donate}

 

 




0 Commenti

Ancora non ci sono commenti
Lasciane uno tu per primo!
You need or account to post comment.