"Alla Ue con entusiasmo"

Posted on in Europa e oltre 21 vedi

5/11/2004, La Repubblica

Il nuovo commissario designato dall'Italia non si sbilancia
“Chi mi sostituirà agli Esteri continuerà sulla mia strada”

Frattini: “Alla Ue con entusiasmo”
Ipotesi Fini? Chiedete al premier”

BRUXELLES – “Questo dovete proprio chiederlo al presidente del Consiglio”. Così, con un sorriso, il ministro degli Esteri Franco Frattini ha risposto ai giornalisti che gli chiedevano il nome di chi lo sostituirà alla guida della Farnesina. Il giorno dopo la sua designazione a commissario Ue al posto di Rocco Buttiglione, Frattini dichiara di aver accettato l'incarico “con entusiasmo” ma non si sbilancia sulle manovre per rimpastare la squadra di governo dopo la sua partenza. “Il mio ruolo è troppo delicato per farvi commenti su questo”, dice.
Si limita a tracciare un identikit molto vago: ''La politica estera italiana si è sviluppata secondo una linea di continuità voluta in questi anni dal governo italiano. Io ne sono stato interprete e chi verrà dopo di me continuerà ad esserne interprete''.
Sul suo nuovo incarico Frattini sottolinea di conoscere “molto bene” il settore del quale si dovrà occupare, quello della giustizia e della sicurezza, che è destinato ad avere, ha detto, “uno sviluppo eccezionale nei prossimi cinque anni”. Inoltre l'ex ministro degli Esteri dice di essere pronto a “stimolare, se sarà necessario, l'Italia, a cominciare dal mandato di cattura europeo, affinché tutti i paesi procedano in questo quadro omogeneo”.
Frattini spiega di voler interpretare “un ruolo di rappresentanza dell'Europa” che vale a dire anche “far crescere la dimensione europea” in settori strategici come le politiche migratorie, la sicurezza dei cittadini e le libertà civili che, “debbono avere unanime riconoscimento in Europa”.

[addsig]



0 Commenti

Ancora non ci sono commenti
Lasciane uno tu per primo!
You need or account to post comment.