Addio emoticons, è l’ora di Alfabet.

Posted on in Politica e lingue 30 vedi

Si chiama Alfabet ed è un nuovo linguaggio a icone che promette di facilitare e velocizzare, arricchendolo, il modo di comunicare dei giovani adulti 18-30enni, tra i maggiori utilizzatori di dispositivi digitali multimediali. Lo presenta, in occasione del lancio della nuova Alfa MiTo.
La forza di Alfabet ritengono stia nell'estrema espressività scevra da barriere linguistiche: conta infatti centinaia di migliaia di icone, lettere, simboli (1.500 quelli inizialmente proposti dall'azienda, che per lo sviluppo dell'idea si è affidata all'agenzia Saffirio Tortelli Vigoriti) destinati ad ampliarsi nel tempo grazie ai contributi spontanei di chiunque, secondo modalità risorsa aperta che, nelle intenzioni di Luca de Meo, amministratore delegato del marchio del Biscione, renderà protagonisti assoluti gli utenti.

Per utilizzare il nuovo linguaggio, basta collegarsi al sito Alfamito, online da ieri (data di avvio della campagna pubblicitaria televisiva, che, facendo leva sull'ironia, darà una dimostrazione pratica di come usarlo) e comporre autonomamente il proprio mitoclip (così è stato battezzato il racconto video creato con Alfabet) trascinando le icone preferite in stretta sequenza lasciandosi guidare da creatività, estro e perché no? un pizzico di humour. Una volta composto, si potrà inviare a conoscenti e amici via e-mail o mms.

Il sito, una sorta di YouTube che utilizza il linguaggio Alfabet, classificherà tutte le storie tra più recenti, più viste, più votate. Saranno invece le più interessanti a divenire nuovi soggetti della campagna televisiva e potranno essere trasmesse su tutti i principali mezzi audio-video.

Una sola regola da rispettare: corredare il proprio mitoclip da un titolo caratterizzato e preceduto dall'aggettivo MY. L'utilizzo di Alfabet su cellulare è inizialmente riservato ai clienti di Tim, ma l'estensione ad altri operatori è già in previsione.

Riusciranno questi “moderni geroglifici” (se preferite, segni che rimandano alla scrittura rupestre dei cavernicoli) a rimpiazzare i tradizionali emoticons? Alfa Romeo e Tim, partner nello sviluppo, ci credono confortati dal fatto che il progetto Alfabet è stato accolto con entusiasmo da tutti i Paesi europei interessati dal lancio della vettura. La campagna a icone infatti non solo non necessita di costosi interventi di produzione, ma neppure di traduzioni e adattamenti locali, essendo comprensibile, dicono, a qualsiasi latitudine.

[addsig]



0 Commenti

Ancora non ci sono commenti
Lasciane uno tu per primo!
You need or account to post comment.