Accademia della Crusca e Unicoop.

Posted on in Politica e lingue 18 vedi

Da Unicoop centomila euro all’Accademia della Crusca.

Esperti e linguisti cureranno iniziative nelle Bibliocoop.

Centomila euro all’Accademia della Crusca per finanziare l’attività di ricerca della storica istituzione. E’ quanto ha deciso di destinare la Unicoop Firenze che avvierà una serie di eventi e iniziative sull’evoluzione della lingua italiana e per raccogliere ulteriori fondi a favore dell’Accademia. L’iniziativa è stata presentata oggi da presidente del Consiglio di sorveglianza di Unicoop Firenze Daniela Mori insieme al presidente dell’Accademia Claudio Marazzini.
Esperti e linguisti della Crusca entreranno nelle Bibliocoop (Esperti e linguisti della Crusca entreranno nelle Bibliocoop (i 30 centri per il prestito libri) e nei centri commerciali per incontri dedicati alla nostra lingua. Ci saranno inoltre eventi estemporanei nei supermercati e iniziative dedicate ai soci per sostenere l’Accademia. Tra queste: cene a tema in 13 località in collaborazione con istituti alberghieri, e incontri con le imprese fornitrici di Unicoop Firenze.
“Quello che offriamo all’Accademia della Crusca – ha sottolineato Mori – è un rapporto a ‘tu per tu’ con la gente, con i cittadini e i nostri soci. Un modo per far capire che un centro di ricerca della lingua italiana non è affatto una questione dell’accademia, ma un luogo dove si creano dell’accademia, ma un luogo dove si creano i valori che più ci stanno a cuore: identità e cittadinanza”.
Marazzini ha ricordato che “l’aiuto di Unicoop Firenze è arrivato nel pieno della nostra crisi finanziaria e ci permetterà di mantenere almeno a fine anno alcuni dei nostri ricercatori che hanno i contratti in scadenza. Presto abbiamo visto che questo aiuto era anche l’occasione per un salto di qualità, un modo per avvicinarci a un pubblico più vasto”.
(Da firenze.repubblica.it, 13/10/2015).

Il presidente della Crusca: “I soldi del Governo? Ancora non ci sono”.

Marazzini interviene durante la presentazione di un contributo di 100mila euro della Coop. “Franceschini mi parlò ad agosto di un finanziamento di 285mila euro, ma non sono ancora arrivati”
“I soldi promessi dal ministro Franceschini? Ancora non sono arrivati”. Il presidente dell’Accademia della Crusca, Claudio Marazzini, lamenta il ritardo del ministero dei beni culturali nell’erogare quanto promesso. “Nei primi giorni di agosto – dice Marazzini – il ministro Franceschini in persona mi chiamò avvertendomi che aveva firmato per destinare un finanziamento di 285 mila euro a favore della Crusca. Oggi questo finanziamento non è ancora arrivato e entro fine mese dobbiamo chiudere il bilancio preventivo per il prossimo anno. Noi ci contiamo ma non possiamo mettere a bilancio una promessa”.
Marazzini interviene alla presentazione di un contributo di 100mila euro che la Unicoop di Firenze ha destinato alla storica istituzione linguistica. “Grazie al contributo di Unicoop Firenze potremo ‘resistere’ e fino a dicembre potremo non licenziare alcuni nostri ricercatori precari che hanno i contratti in scadenza. Oggi la nostra situazione finanziaria è migliore di sei mesi fa ma non siamo ancora in sicurezza. Il ritardo del ministero però porta anche un giovamento perché queste risorse potranno servire in una fase successiva. Un altro problema che abbiamo – ha aggiunto Marazzini – è il restauro della nostra sede che tra le ville medicee è tra le più malconce. La Crusca è bella ma potrebbe esserlo molto di più, ma servirebbero molte risorse”.
(Da lanazione.it, 13/10/2015).

{donate}




0 Commenti

Ancora non ci sono commenti
Lasciane uno tu per primo!
You need or account to post comment.