A scuola si studia l’Arabo

Posted on in Politica e lingue 4 vedi

Istruzione

La lingua araba s’impara a scuola

Scattano i corsi

di Maurizio Costanzo

“Il mantenimento della lingua d’origine è un diritto dell’uomo: ed è così che l’intolleranza lascia il posto al dialogo, alla multiculturalità, al rispetto per gli altri, al vivere insieme, al sentirsi parte di un unico grande mondo. Ed è dalla scuola che deve iniziare questo percorso”.

Con queste parole Stefano Marmugi descrive l’anima del progetto che ha portato nelle scuole pubbliche l’insegnamento della lingua araba. Rivolto agli alunni delle scuole elementari e medie inferiori, dai 5 ai 14 anni, il corso si terrà ogni sabato nella scuola Vittorio Veneto. Sette le insegnanti, per settanta bambini. Ma il numero degli allievi potrebbe crescere “sia perché la presenza dei bambini arabi – ha spiegato l’assessore Daniela Lastri – cresce del 2% ogni anno, sia per il fatto che il corso, che si concluderà a giugno, è aperto a tutti quei ragazzi, anche fiorentini, che ne faranno richiesta. Come del resto già avviene per la lingua cinese”.

Il progetto, che ha coinvolto il quartiere 1, l’assessorato alla pubblica istruzione, il centro La Pira, l’ufficio scolastico provinciale, è il primo in Italia che vede la collaborazione tra istituzioni e comunità islamica. Il corso di lingua araba, che si inaugura proprio nell’anno europeo dell’interculturalità, approda alle scuole pubbliche “dopo che per sette anni, e precisamente dall’attacco alle Torri Gemelle – ha spiegato Maurizio Certini – Firenze ha voluto dare un segno forte di apertura al dialogo istituendo questi corsi nei centri di alfabetizzazione e nel centro La Pira”. La presenza araba, soprattutto nel centro storico, è molto radicata: si parla del 17%, ovvero di 899 bambini.

(Da La Nazione, 12/3/2008).

[addsig]




0 Commenti

Ancora non ci sono commenti
Lasciane uno tu per primo!
You need or account to post comment.